Nuova convenzione con Erickson

E' stata sottoscritta una nuova convenzione tra AISUM e le Edizioni Centro Studi Erickson, che prevede le seguenti condizioni (applicate esclusivamente agli ordini effettuati direttamente all’Ufficio Ordini Erickson, e non valide presso le librerie).

 

Sconti sugli acquisi

Per gli ordini effettuati dai singoli soci:

a) su tutti i libri e i software (CD-Rom e KIT) Erickson:

  • Sconto 15%
  • Per ogni ordine, ogni 5 prodotti quello che costa meno è in OMAGGIO (agli altri si applica lo sconto del 15%)

b) sui nuovi abbonamenti alle Riviste Erickson:

  • Sconto 30%

c) sulle iscrizioni alle proposte formative del Centro Studi Erickson (corsi online, seminari, convegni):

  • Sconto 15%

 

Spese di spedizione

  • per ordini fino a 40 euro: € 1,90 + € 2,20 per diritti di contrassegno
  • per ordini superiori a 40 euro: gratuite

 

Modalità di ordinazione

Affinché siano applicate le condizioni di cui al punto occorre che nell’ordine sia chiaramente indicato di aderire alla Convenzione AISUM, comprovando l’iscrizione all’Associazione per l’anno in corso.

Gli ordini possono essere effettuati all’Ufficio Ordini Erickson:

  • per telefono: al n. 0461-950690 o al numero verde 800-844052
  • per e-mail:
  • per fax: al n. 0461-950698
  • per posta: Edizioni Erickson – Via del Pioppeto 24, fraz. Gardolo – 38121 Trento

A036 e nuova bozza del regolamento delle classi di concorso: l'assurdo degli abilitati in filosofia senza più filosofia

Con enorme stupore e disappunto, esaminando l’Allegato B dell’ultima bozza di regolamento delle classi di concorso [1], abbiamo notato la completa cancellazione di “Filosofia” tra gli insegnamenti attribuiti alla nuova A-217, nella quale confluiranno i docenti dell’attuale 36/A (“Filosofia e scienze umane”). Leggi tutto »

Riflessioni sulla riforma del regolamento delle classi di concorso (A036 e A037)

Il processo di revisione del regolamento delle classi di concorso rappresenta una delle fasi più delicate dell’attuale riforma, perché influirà in modo diretto sul destino di quanti nella scuola lavorano da tempo oltre che sulle vite di coloro che intraprenderanno in futuro l’avventura dell’insegnamento.
L’obiettivo comune e condiviso non può che essere, dunque, quello di garantire la qualità della didattica, nel rispetto dei diritti dei docenti indicati nella normativa vigente, la quale evidentemente non potrà essere all’improvviso stravolta.
Nell’inevitabile collisione di interessi opposti è facile correre il rischio di perdere la bussola, lasciandosi trascinare da paure e desideri umanamente comprensibili ma di parte. Ciò è più volte accaduto, ad esempio nel recente dibattito sull’insegnamento di Filosofia, conteso tra le classi di concorso A036 ed A037. In entrambi i fronti c’è stato chi, forzando la mano, ha cercato di cogliere l’occasione per ottenere più di quanto effettivamente gli spettasse.
Eppure una via per uscire dal pantano e rispettare secondo giustizia le competenze e i diritti di ciascuno sicuramente esiste. A questa dovremmo cercare di guardare tutti, in un sereno confronto razionale. Ci limiteremo allora a citare alcuni dati di fatto, che crediamo possano fornire utili spunti di riflessione per iniziare a tracciare questo difficile ma necessario percorso. Leggi tutto »

Riflessioni per la futura revisione delle Indicazioni nazionali

La riforma scolastica ha modificato profondamente il quadro orario e i contenuti degli indirizzi sperimentali sorti dalle ceneri del vecchio istituto magistrale, come il liceo socio-psico-pedagogico e il liceo delle scienze sociali, le realtà più diffuse nel territorio nazionale.
Questo processo di riordino, non privo di aspetti problematici, prevede, al termine della fase sperimentale che si concluderà nell'a.s. 2012-13, un momento di revisione complessiva, in cui sarà possibile operare degli aggiustamenti in funzione delle osservazioni provenienti dalle scuole.
Per questo è fondamentale iniziare sin d'ora a promuovere all'interno degli istituti superiori una seria riflessione sulle Indicazioni nazionali, volta ad individuarne i punti critici e ad elaborare propose alternative da presentare entro i tempi indicati al Ministero. Leggi tutto »

Un manuale gratuito per le scienze umane

La cultura è un bene prezioso che in quanto docenti abbiamo il compito di condividere, uscendo dalle logiche del puro mercato e dell'interesse, perché la conoscenza è libera e non ha prezzo. Per questo l'AISUM ha deciso di lanciare un progetto ambizioso: costruire una serie di libri di testo per l'insegnamento delle scienze umane, dei manuali distribuiti gratuitamente in formato digitale, adottabili e stampabili direttamente dalle scuole ed aperti alle modifiche che i docenti vorranno apportare. Leggi tutto »

Book in progress: manuali gratuiti per studenti

E' possibile ridurre il costo dei libri di testo? Una proposta interessante è quella del progetto “Book in Progress”, avviato lo scorso anno dall'Istituto Majorana di Brindisi, che ha creato una rete di scuole e di docenti disponibili ad offrire la propria professionalità per comporre libri di testo gratuiti. Leggi tutto »

Come utilizzare l'autonomia scolastica per migliorare il piano di studi dei licei?

La Riforma Gelmini ha aumentato i margini di autonomia dei singoli istituti, che hanno la possibilità di modificare i piani di studio ed i quadri orari per migliorare e rafforzare l'offerta formativa, tenendo conto delle esigenze del territorio e dei curricoli formativi sinora sperimentati. Gli strumenti messi a disposizione dal nuovo regolamento (http://www.indire.it/lucabas/lkmw_file/l...) sono sostanzialmente tre:
1. quota d'autonomia
2. quota di potenziamento
3. insegnamenti facoltativi.
E' opportuno quindi conoscerli, per utilizzarli correttamente. Leggi tutto »

Indicazioni nazionali definitive per le Scienze Umane

Il Ministero ha reso pubbliche le Indicazioni nazionali definitive per:
- Liceo delle Scienze Umane
- Liceo delle Scienze Umane - Opzione economico-sociale
Presentiamo anche una loro sintesi complessiva, accompagnata da un nostro commento critico. Leggi tutto »

Adozioni libri di testo per Scienze Umane

La scelta dei libri di testo per l'insegnamento delle Scienze umane si preannuncia quest'anno particolarmente difficile. Il Ministero non ha infatti ancora pubblicato le Indicazioni nazionali definitive ed uno dei nodi più complessi da risolvere e sui quali aleggia maggiore incertezza è proprio quello relativo ai nuovi programmi di Scienze umane. Leggi tutto »

A036 e A037: quale destino per l'insegnamento di filosofia?

Il contenuto di questa pagina risale a maggio 2010.
Per un post più recente sul medesimo argomento vedi qui:

http://www.aisum.it/sito/content/rifless...

_______

Uno degli effetti collaterali della proposta di revisione delle attuali classi di concorso è stato quello di innescare una serie di tensioni e conflitti tra docenti di discipline affini. Intendiamo soffermarci in particolare sul dibattito che in questi mesi si è sviluppato circa la futura assegnazione dell’insegnamento di filosofia, affinché le posizioni sostenute da ciascuno emergano con chiarezza. Leggi tutto »

Condividi contenuti